Luca & Schopenhauer Cronaca di Topolinia
Nato da una "costola" di Gothic, Luca è “sbocciato” dalla nostra penna, in modo forse un po’ surreale.

In tutti i nostri ricordi delle scuole infatti c’è “il secchione” (io ad esempio “ero” la secchiona, ndS*); era quello che un po’ guardavi con odio perché sapeva sempre tutte le risposte, perché capiva sempre tutto, perché pigliava sempre voti alti (e non suggeriva mai), perché come tutti i “colti” sembrava un po’ snob con le sue citazioni e le sue passioni assurde (tipo studiare).
Per altri versi invece lo guardavi con benevolenza e un po’ di compassione, perché alle feste non veniva mai invitato e se disgraziamente era invitato se ne stava in disparte col suo bicchiere di plastica con scritto il nome sopra; perché era sfigato, perché non era socievole e veniva poco considerato nelle occasioni “mondane”.

Il nostro Luca è proprio lo specchio fedele di tutto quello che si pensa sui secchioni tra i 10 e i 17 anni.

E' per questo che nella sua piccola solitudine di incompreso però abbiamo voluto dargli uno stimolo, una specie di angelo custode, fatto proprio dalla speranza che lui nutre nello studio e personificata nel suo filosofo preferito: Arthur Schopenhauer

Luca forse può risultare un po’ troppo romantico nel suo bisogno di cultura, ma vi stupirete della sua involontaria simpatia leggendo di lui, numero dopo numero.
Ogni personaggio è il veicolo di un messaggio, e il messaggio che vuole raccontare Luca è la “trasgressione dello studioso”.
Usiamo questo termine non a caso, perché ormai la vera trasgressione è fatta non dai bulli, dalle esagerazioni o da ciò che viola la norma, ma dalla norma stessa, alla quale siamo sempre meno abituati. Luca sostiene che si può imparare a credere e a pensare da scrittori, letterati, matematici che hanno vissuto secoli fa, ma che ci parlano attraverso le loro opere ancora attuali, perché “la materia umana” è sempre la stessa; Luca non ha la pretesa di insegnarci nulla, ma ci suggerisce che anche una citazione o un libro possono servire per capire il presente o quantomeno possono darci i mezzi per farlo.
Luca e "Arthur Schopenhauer" alle prese con un nuovo enigma, stavolta legato ad uno strano cimitero del quartiere.
Luca e "Arthur Schopenhauer" alle prese con un mistero, un'avventura e un piccolo insegnamento: l'abito non fa il monaco!